Dietro al campo, in una squadra di calcio, si nasconde un'enorme macchina logistica.Perchè alla fine, dietro ai successi del Potenza targato Caiata deve esserci una grande organizzazione alla base, che parte da una società solida e competente, capace non solo di agire a livello calcistico ma anche a livello umano.Gaetano Arcieri puo' essere considerato il simbolo di questo Potenza silente con questo tifoso del leone rampante che è diventato un vero tuttofare con il suo lavoro che non deve essere confuso con quello dei magazzinieri Barra e Oliva.

Arcieri cerca di fungere da collante a 360° ed è sempre utile alla bisogna e durante la settimana di allenamenti della squadra e la domenica quando si gioca in casa compatibilmente con il suo lavoro effettivo di metalmeccanico.E' sempre un moto perpetuo ed anche quando non ci sarebbero necessità particolari da espletare lo si vede in giro per il "Viviani" come una trottola.Sotto il sole cocente o sotto il diluvio Gaetano Arcieri è presente con tutti i calciatori che lo voglio bene e lo stimano.L'unica missione ed obbiettivo di Arcieri è il bene del Potenza e non provate a chiedergli cosa succede nel backstage dello spogliatoio perchè da uomo di onore e di fede giustamente non vi risponderà mai su questo argomento.

Ci sono tante persone che nel Potenza lavorano assiduamente dietro le quinte e di cui non si parla mai.Oggi vi stiamo parlando e presentando Gaetano Arcieri ma in seguito ci sarà spazio ad esempio anche per Antonio Loponte in foto con Arcieri di Franco Pascarella e di altri amici-tifosi che gratuitamente sono al fianco del leone rampante.Il successo di una squadra di calcio non dipende solo da gol in rovesciate, prodezze dei portieri o schemi di gioco. Dietro il Potenza c’è un lavoro silenzioso fatto di passione, di organizzazione, di serietà e gaetano Arcieri ne è l'esempio pratico lampante.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 21 novembre 2020 alle 18:50
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print