Il Potenza non ha mai incrociato Maradona.Potenza non ha mai avuto l'onore di poter vedere il più forte calciatore del mondo sgambettare e correre sull'erba del "Viviani" ma sono tantissimi i potentini che hanno ammirato Maradona in giro per l'Italia in quella fetta degli anni ottanta in cui l'argentino faceva strabuzzare gli occhi agli sportivi italiani.

Vittorio Basentini il nostro storico qualche tempo fa ci ha ricordato una partita amichevole in cui il Napoli venne a giocare a Potenza.

"Si tratta dell'amichevole con un grande Napoli disputata al Viviani giovedì 17 aprile del 1975. I partenopei guidati da Luis Vinicio si piazzarono secondi in quella stagione dietro la Juventus che conquistò il tricolore con soli due punti di vantaggio. Di contro un grandissimo Potenza quello, per intenderci, che vinse lo spareggio di Bari contro la Juve Stabia e salì in serie C. Oltre a mister Vinicio, gli azzurri vantavano una compagine di primissimo livello con Bruscolotti, Carmignani, Iuliano e altri che molti ricorderanno. Intanto, il mondo segue con apprensione le vicissitudini della Cambogia che cade in mano ai Khmer rossi, un conflitto che portò circa 3 milioni di vittime, mentre in Italia si viveva la "primavera di sangue". Il calcio fa da panacea e il rettangolo verde rimane pur sempre un diversivo dai problemi quotidiani. Quell'anno il Potenza disputò anche un'altra gara amichevole di spessore contro la squadra ucraina del Tavria che, tra i dirigenti, annoverava una delle leggende del calcio: Lev Ivanovič Jašin, detto Ragno Nero o Pantera Nera e pallone d’oro nel 1960-61. Ma torniamo a quel giovedì di aprile con la cronaca e tante "curiosità"

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 25 novembre 2020 alle 21:06
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print