Riforma subito o chissà quando? Intanto le ipotesi continuano a circolare nelle stanze del poter calcistico, il piano dell’asse Gravina–Sibilia è stato più volte reso noto tramite organi d’informazione: B a 40 squadre con due gironi, C semiprof e poi la serie D.

Ad oggi, dunque, la riforma è certa, resta da capire quando. Subito? Complicato considerando che ammettere squadre in B, molte delle quali arrivate al settimo posto del campionato di C, porrebbe delle problematiche meritorie. Inoltre, quale sarebbe lo status della serie C “minus”? La categoria semiprofessionistica non è possibile, salvo intervento del legislatore, a meno che non si applichi il Dilettantismo nella nuova terza serie.

Altra problematica riguarda la distribuzione delle risorse, un’altra questione mica banale. La serie A darà via libera a nuove risorse e quanto spetterà dell’attuale torta alla nuova serie B allargata? Si vedrà nei prossimi incontri in Federazione, con la riunione di inizio giugno che rischia di essere molto importante.

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 25 maggio 2020 alle 21:44 / Fonte: tiforeggina.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print