Dopo quasi tre mesi dallo stop definitivo, il calcio italiano sembrerebbe aver trovato la soluzione per la ripartenza delle categorie professionistiche. Nulla da fare invece per la Serie D, che una settimana fa ha decretato la fine anticipata del campionato e proporrà al prossimo consiglio la promozione delle prime in classifica e la retrocessione delle ultime quattro.

Serie A e Serie B sono intenzionate a ripartire dall’ultima giornata e proseguire normalmente disputando tutte le giornate di campionato per assegnare direttamente sul campo promozioni e retrocessioni. La Serie C sembrerebbe aver deciso di far salire in cadetteria le prime dei tre gironi e far retrocedere le ultime. La quarta promozione invece dovrebbe riguardare lo svolgimento dei playoff su base volontaria.

Quest’ultima decisione ha fatto discutere tante società della terza serie nazionale, che sembrerebbero contrarie agli spareggi. Alcune società hanno già annunciato che si stanno attrezzando per disputare i playoff, ma secondo il presidente dell’Arezzo Giorgio La Cava le squadre disposte a giocare si conterebbero sulle dita di una mano.

I dirigenti aretini, inoltre, non sembrerebbero contenti di disputare la sfida a Novara, dove è ancora presente un buon numero di contagi. Anche la Pro Vercelli è contraria al ritorno in campo e avrebbe preferito che venisse accolto il parere dei club e dei medici, che avevano votato per la chiusura anticipata della stagione.

La Pergolettese è contraria alla ripresa ma ritiene che, se proprio si dovesse ripartire, a quel punto sarebbe meglio optare per il completamento del campionato. Il dg Fogliazza ha definito dei “mascalzoni” coloro che gestiscono il sistema calcio.

Si allarga anche il fronte dei club contrari alla disputa dei soli playout del campionato di serie C.

Dopo la presa di posizione dei calciatori del Ravenna anche i tesserati di Bisceglie Calcio, Rende Calcio, Rieti Calcio, Rimini Calcio, A.C. Gozzano e Alma Juventus Fano hanno sottoscritto il documento nel quale si chiede la ripresa del campionato.

Ecco la nota dell'AIC:

Anche i calciatori del Bisceglie Calcio, Rende Calcio, Rieti Calcio, Rimini Calcio, A.C. Gozzano e Alma Juventus Fano hanno sottoscritto, condividendolo, lo stesso comunicato emesso dai tesserati del Ravenna F.C. e fatto veicolare tramite l'AIC per la sua diffusione. Probabile che in giornata tutte le squadre coinvolte in retrocessioni e play-out sottoscriveranno tale documento che riportiamo qui per completezza d'informazione. 

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 20:27 / Fonte: seriebnews.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print