L’appiattimento della curva epidemiologica del coronavirus e il generale miglioramento dell’emergenza sanitaria in Italia ha consentito ai campionati professionistici di calcio di avviarsi alla conclusione (la C è finita, all’appello mancano ancora le ultime giornate di Serie A e la Serie B, più i playoff del campionato cadetto).

L’evoluzione positiva del quadro covid a livello nazionale aveva fatto sperare nel ritorno del pubblico allo stadio per l’inizio della nuova stagione, tuttavia, in questi giorni in alcune regioni i casi sono tornati a crescere e per i tifosi le certezze tornano a essere labili, come confermato dalle parole rilasciate da Vincenzo Spadafora ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

“Il campionato di calcio (di Serie A ndr) si concluderà nel weekend e questo mi sembra già un grande successo – ha detto il Ministro dello Sport -. Siamo stati cauti e abbiamo fatto le cose con calma. Abbiamo ripreso le attività solamente quando ci è stato dato il via libera e non quando qualcuno ha fatto pressione affinché ricominciassimo. Per settembre speriamo si riparta in tranquillità ma sulla riapertura degli stadi, siamo ancora in attesa di capire come evolverà la situazione sanitaria”.

Spadafora è entrato nel merito della questione ritorno allo stadio dei tifosi: “Quelle di chi vuole ripartire subito e con gli stadi aperti sono fughe fuori dalla realtà, che trovano riscontro nelle decisioni del Governo. Gravina preoccupato per la ripartenza e per la rigidità dei protocolli? Sono preoccupato anch’io, ma lo sono principalmente per la situazione emergenziale sanitaria in Italia. Quando avremo contezza dell’evoluzione della situazione sanitaria penseremo anche al calcio e ak resto”.

Una notizia che non farà certamente piacere neanche ai tanti tifosi e abbonati del Bari, che speravano in un ritorno allo stadio coincidente con l’inizio della nuova stagione.

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 31 luglio 2020 alle 19:57 / Fonte: Labaricalcio.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print