L’Assessore allo Sport del Comune di Potenza Patrizia Guma nella conferenza stampa di venerdì 12 marzo ha dimostrato di avere le idee chiare e, finalmente, si è fatta chiarezza su alcuni punti che sono all’attenzione da anni della cittadinanza e degli sportivi della città capoluogo. 
Abbiamo apprezzato la schiettezza e l’esposizione della giovane responsabile di uno degli assessorati più complessi della Giunta Guarente. Abbiamo apprezzato che prima di agire sia stata fatta una profonda analisi dello stato esistente degli impianti sportivi della città e solo successivamente, oltretutto con azioni partecipate con le associazioni culturali, sociali e sportive, cosa abbastanza nuova a queste latitudini, si è passati alla prima fase: quella del recupero funzionale delle strutture che più necessitavano di interventi della città.

FINALMENTE un politico senza l’arroganza del potere ha semplicemente detto quello che è stato fatto e anche quello che si vorrà fare, pandemia permettendo, e si perché se qualcuno lo avesse dimenticato combattiamo con il Covid-19 da oltre un anno. 
Ci è piaciuto che il Progetto Potenza Città Europea dello Sport 2021 sia l’impulso per le attività future, ed è apprezzabile che si pensi di risolvere annosi problemi come, ad esempio, quello della pallanuoto che è stato dimenticato per 18 anni, che si pensi allo sport di quartiere con la predisposizione di impianti sportivi multidisciplina a servizio della collettività e non solo delle società sportive.

FINALMENTE si metterà mano alle strutture più importanti per le discipline da palestra come il Pala Rossellino o Pala Pergola e, per quanto disponibile per le casse comunali, elargire contributi in varie forme alle società sportive potentine.

FINALMENTE si è chiarita la questione Stadio: si punta a due progetti: la ristrutturazione del Viviani, temporalmente più accessibile e costruzione di un nuovo stadio. 
Si è chiarito, una volta per tutte, che l’area della Cip-Zoo sarà destinata a una città dello sport e si sono avviate le procedure amministrative per il passaggio della zona dalla Regione Basilicata al Comune capoluogo. Non vorrei sbagliarmi ma penso che sia la prima volta che si è fatta chiarezza su questo annoso problema, nessuna amministrazione precedente ha mai preso posizione in merito.

FINALMENTE si è appreso ufficialmente che esiste una manifestazione di interesse concreta per la realizzazione della ristrutturazione del Viviani, della costruzione del nuovo impianto e del Potenza Calcio.
Ecco qui vorrei puntualizzare ancora che ufficialmente il Potenza Calcio è considerato un bene molto importante per la città e per l’economia del capoluogo. 

FINALMENTE SI E’ FATTA CHIAREZZA, e di questo bisogna darne atto all’Assessore Guma e alla Giunta Guarente, al di là dei colori e dalle simpatie politiche che, senza fare voli pindarici, ha messo alcuni paletti sulle annose questioni dello sport a Potenza.

Ora la fase più delicata, difficile e importante: fare in modo che alle intenzioni, ai progetti seguano in tempi brevissimi i fatti. Se il buongiorno si vede dal mattino siamo certi non ci saranno delusioni. 

Sezione: Editoriale / Data: Sab 13 marzo 2021 alle 15:36
Autore: Rosario Cammarota
Vedi letture
Print