Alcuni giocatori e qualcuno dello staff della Triestina hanno preso la trasferta a Potenza come un Safari nella Savana, non sappiamo cosa si aspettassero ma già dall'inizio hanno mostrato una certa "ostilità dialettica" ... preventiva. Ma si, andiamo al Sud, in un campo piccolo (?) in erba sintetica, con la gente affacciata ai palazzi. Poi stamane hanno rincarato la dose con "centinaia" di tifosi nello stadio -non osiamo immaginare se il Viviani fosse stato occupato in ogni ordine di posti dai tifosi, quale sentimento avrebbe procurato agli smarriti giocatori giuliani-, magari si aggiunge "migliaia" affacciati ai balconi e "milioni" per le strade tutti a schernire la Triestina, con il presidente Caiata in testa...

A parte le assurdità, nemmeno tanto goliardiche, c'è purtroppo la certezza degli stereotipi che alcuni personaggi del nord (di origine o assimilati) hanno ancora del Sud -e siamo nel 2020-, magari si ergono a paladini di sportività e poi bloccano o nascondono i palloni in panchina probabilmente per un utilizzo sempre "preventivo" e programmato a seconda degli sviluppi della partita. Un comportamento assurdo quello di alcuni tesserati alabardati e, di certo, da loro insegnamenti di educazione e civiltà non ne accettiamo. Per il resto, il Potenza è uscito immeritatamente dai Play Off al Cibali lo scorso anno tra gli applausi dei tifosi e con qualche protagonista della gara di ieri che festeggiava, all'epoca, il passaggio del turno; oggi qualcun altro ha perso un'occasione d'oro per tacere. Per loro, però, ci sarà sempre e comunque un "Benvenuti al Sud", perché in molti sono "troppo a Nord" per conoscere il Meridione e poi quando lo conoscono finiscono per l'apprezzarlo.

A  Potenza c'è altro a cui pensare che dedicare ulteriore spazio a questi arzigogoli mentali, forse dovuti allo stress del "viaggio all'inglese", alle certezze poi disattese e poi, come diceva Totò, "Signori si nasce" ... e qualcuno "non lo nacque" e questo vale a tutte le latitudini.

[voceroca]

Sezione: Editoriale / Data: Ven 10 luglio 2020 alle 19:05
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print