Un dopo partita sereno con mister Gallo che risponde alle domande dei giornalisti raccolte dall'Ufficio Stampa del Potenza. A Potenza la temperatura è scesa negli ultimi tempi e si fa scorta di legname per l'Inverno, anche il Potenza ne ha raccolto in una sola partita in ben quattro occasioni, oltre ai due gol di Costa Ferreira e Coccia. Esordisce così il mister rossoblu e precisa subito che i pali sono errori di precisione e non sfortuna: "I ragazzi hanno fatto un’ottima partita, purtroppo non siamo stati precisi in occasione dei pali, a me non piace parlare di sfortuna, ci è mancata la precisione, però ritengo che la squadra abbia dato un’altra prova di grande carattere e di discreta qualità".

Si spera che quello con l'Andria sia il successo della svolta del campionato, fino ad ora molto deficitario per il Potenza: "È il successo della continuità del lavoro. Penso che se il lavoro ha continutità c’è la possibilità di fare risultati, intendo il lavoro dei ragazzi, abnegazione, attenzione su quello che gli si propone".

Non è una rivalsa personale ma solo lavoro: "...finché mi sarà data la possibilità di lavorare. Non ho rivalsa contro nessuno, ho cercato di lavorare mantenendo la serenità e la lucidità che serve per essere credibile verso la squadra".

Tecnicamente la difesa a quattro ha dato la giusta quadra alla squadra? "Non amo i numeri -risponde Gallo-, gli under hanno fatto bene, tutta la squadra ha fatto bene. La difesa a quattro, se tutti sanno cosa fare e lo fanno, è un'opzione. A Cargnelutti gli ho chiesto di fare il difensore innanzitutto, di non spingersi troppo. È un giocatore di grandi prospettive che però deve acquisire e non solo sotto stimolo principalmente il ruolo di difensore". "Oggi è contato l’equilibrio a centrocampo, la squadra deve essere sempre equilibrata, ho messo giocatori con caratteristiche diverse in avanti perché volevo una boa centrale, a Baclet ho chiesto di non disperdere troppe energie, considerando la sua condizione fisica, andando a rincorrere gli altri mentre a Sessa di attaccare lo spazio e lo ha fatto molto bene creando occasioni importanti". "Chi non è scelto -prosegue il coach- può essere dispiaciuto e chi non entra idem, però io faccio il bene del Potenza e di conseguenza di fabio Gallo".

"Costa Ferreira l’abbiamo cercato tanto, perché ritengo che sia un giocatore che ha qualità superiori alla media, sta trovando intanto continuità nel minutaggio e poi continuità nella condizione e può solo migliorare ancora perché ha grandi margini". 

Sblocco mentale? "La squadra - prosegue Gallo- ha sempre lavorato, abbiamo sempre provato a vincerle le partite, creando tanto. La svolta è una parola che lascia il tempo che trova nel senso che solo il lavoro se ha continutità può pagare. Ora devo pensare alla partita di domenica, cercare di fare in modo che i ragazzi siano a posto, sia tatticamente che fisicamente, senza pansere alle altre".

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 11 ottobre 2021 alle 22:34 / Fonte: Ufficio Stampa Potenza Calcio
Autore: Redazione 3 TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
vedi letture
Print