Pietro Cianci sta facendo faville a Potenza. Dopo aver segnato un gol su rigore contro il Bari, grazie ai suoi 7 sigilli è ormai in testa alla classifica marcatori del girone C di Serie C. Per parlare del suo exploit in terra lucana, la nostra redazione ha intercettato l’ex Alberto Bergossi, agente del classe ’96: “Sinceramente non è che sia una grande sorpresa, è già qualche anno che sta giocando in Lega Pro. È un ragazzo giovane, ha delle buone potenzialità e ha trovato a Potenza un ambiente giusto, dove tutti lo aspettavano a braccia aperte. È un ragazzo intelligente, umile e che si mette a disposizione della squadra. Chiaramente spero che faccia un po’ di gol, magari per cercare di portarlo in una categoria superiore a giugno perché credo che se lo possa anche meritare”.

Nonostante il mancato arrivo nella squadra della sua città, per Cianci non c’è alcun desiderio di vendetta… “Contro il Bari non aveva delle rivincite, anzi. Essendo di Bari Vecchia, come tutti i baresi che giocano a calcio così come quelli che non lo fanno, è tifoso del Bari sin da ragazzino. C’era stata anche una possibilità di un suo trasferimento in biancorosso a luglio-agosto. È una squadra a lui molto cara, perciò non ha avuto rivincite”.

Nella conferenza odierna, il ds Romairone ha parlato della scorsa trattativa saltata. L’agente dell’attaccante barese è andato maggiormente nei dettagli: “Su Cianci c’era stato un interessamento di Romairone, che era appena arrivato. Credo che lo avesse visto giocare diverse volte a Carpi, dove il diesse ha lavorato. Si è messo in contatto con me, vedevo che i giorni andavano avanti e purtroppo aveva anche problemi di sfoltimento della rosa. A pochi giorni dalla fine del mercato mi sono risentito con lui e gli ho detto: ‘Giancarlo, ci sono altre squadre e situazioni che Pietro fino adesso ha rifiutato’. Però mancando veramente un giorno alla chiusura e non avendo avuto segnali concreti, abbiamo dovuto prendere una decisione. Ma non si può aspettare fino alle otto di sera, perché se dopo non fosse andato in porto il trasferimento, Pietro sarebbe rimasto a Teramo contro il suo volere”.

Sul futuro di Cianci, Bergossi non ha chiuso la porta al Bari: “Nel calcio non si può mai dire. Magari a gennaio i galletti avranno bisogno di un attaccante con altre caratteristiche: vediamo, ovviamente l’unica cosa certa è che sarebbe contento di un eventuale trasferimento a Bari”.

Sezione: Calciomercato / Data: Mar 17 novembre 2020 alle 20:53 / Fonte: tuttobari.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print