Eravamo dietro la notizia, l'abbiamo inseguita e raccolta ma poi quando la "situazione" stava maturando abbiamo preferito lasciare lavorare in pace il presidente del Potenza Caiata e lanciarci su altre cordate per non dare nell'occhio.

Abbiamo battuto il Cantone Ticino in lungo ed in largo e ci siamo spinti anche in altri cantoni fino a trovare la pista giusta. Un fondo di investimento svizzero era entrato in contatto con il massimo dirigente rosso-blù e si era arrivati ad un punto importante della "trattativa" con il Potenza che avrebbe potuto avere realmente un futuro roseo. Con la sua lungimiranza Caiata come al solito era riuscito ad ingolosire questi investitori per convincerli ad investire a Potenza e nel Potenza ma poi qualcosa si è inceppato.

Purtroppo, non entriamo nel dettaglio dei motivi che al momento non hanno fatto decollare il discorso tra le parti ma adesso Caiata si ritrova possiamo dire ad essere di nuovo solo.

E' chiaro che il Potenza si iscriverà al prossimo campionato di Serie C ma con quale futuro? L'amaro in bocca adesso è tanto, non è buona notte quella che vi diamo perché il Potenza va a dormire meno tranquillo e sereno.

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 31 luglio 2020 alle 23:13
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print