Fabrizio Grillo, ex difensore della Triestina e fratello di Simone Grillo ex Potenza adesso allenatore è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per commentare il passaggio al primo turno nazionale playoff dei rossoalabardati:

La Triestina è riuscita a vincere col Sudtirol.
"Sono contentissimo per la mia ex squadra. E' stata una partita molto combattuta, la Triestina avrebbe meritato il vantaggio anche prima, con quell'occasione clamorosa per Mensah ma è un errore che ci può stare"

Poi c'è stata la rete di Brivio.
"Brivio ha fatto un gran gol, un bell'inserimento, da giocatore di categoria superiore qual è sempre stato. AVendo il mio stesso ruolo, in C con lui la Triestina ha fatto un grandissimo colpo. A suo tempo a Milanese avevo fatto il suo nome perché lo ritengo un giocatore importante, sono contento per lui". 

Adesso c'è il Potenza.
"Una squadra ben strutturata, con tanta voglia di vincere. Ma la Triestina è un'outsider e si prospetta una gara fantastica. Deve vincere obbligatoriamente ma mister Gautieri sicuramente saprà cosa fare. L'ho avuto come allenatore a Varese ed è un tecnico importante. La Triestina può fare bene, incrociamo le dita, queste gare spesso sono decise da episodi, da giocate di calciatori importanti". 

Che gara bisognerà fare?
"Come detto i rossoalabardati devono obbligatoriamente vincere. Bisognerà aggredire subito il Potenza, non lasciarlo giocare, provare a metterlo in difficoltà a livello di ritmo. La Triestina ha giocatori di qualità: Granoche, Lodi, Lambrughi. Possono essere determinanti. Ci vuole la mentalità giusta per vincere e la Triestina ce l'ha. Sono un tifoso biancorosso, anche se ho giocato lì solo un anno, ci lavora mio fratello e c'è l'amico Milanese". 

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 22:14 / Fonte: tuttoc.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print