A Reggio Calabria c’è nato e, si può dire, non se n’è mai andato. Cresciuto lì, in quella sua Reggina, c’è tornato più volte, l’ultima adesso: Gaetano Ungaro è infatti un nuovo tesserato della Reggina. Dopo l’ultima esperienza a Messina, il difensore classe ’87 chiude con l’avventura da calciatore e comincia quella da collaboratore: farà infatti parte dello staff tecnico di Alfredo Aglietti. Non presente nel comunicato di qualche giorno fa, è stato ufficializzato oggi dal club amaranto. “Raggiunto un accordo fino al 30 giugno del 2022 – si legge – Figlio del Sant’Agata, Ungaro ha indossato la nostra maglia sia in A che in Lega Pro. A distanza di sei anni torna nella città in cui è nato e cresciuto e nella squadra di cui è sempre stato tifoso, con l’obiettivo di intraprendere un percorso che lo porterà a rivestire il ruolo di collaboratore tecnico“.

La storia di Gaetano Ungaro con la Reggina comincia prestissimo, sin da ragazzino, sin da quando esordisce ad appena 17 anni con la maglia amaranto in Serie A. Poche apparizioni in riva allo Stretto, in realtà, a dispetto di un continuo girovagare tra Serie C e Serie D e specialmente al Sud Italia. Reggina ma anche HinterReggio, per lui. Nel 2014-2015, però, il ritorno, nella stagione più difficile: Ungaro è infatti tra i protagonisti della salvezza al termine del pazzo spareggio contro i dirimpettai del Messina, l’ultima partita prima del fallimento della società allora guidata da Lillo Foti.

Ungaro ha giocato nel Potenza (vincendo un campionato di Serie D) per due stagioni totalizzando in rosso-blù 29 presenze con una rete all'attivo.

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 19 luglio 2021 alle 21:19 / Fonte: strettoweb.com
Autore: Redazione 1 TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print