Il Coronavirus e gli effetti postumi da playoff iniziano a mostrare i propri segni anche in sede di calciomercato. Il Potenza - che dopo una stagione splendida ha a che fare con un futuro nebuloso - ha cosi ha 'liberato' in direzione Monopoli l'arrivo di Simone Sales. Un difensore rodato, di categoria: una vita per lui interamente spesa in Serie C. Nell'ultima stagione, con ben 24 presenze all'attivo, ha recitato un ruolo importante agli ordini di mister Raffaele. Ed ora è pronto a rinforzare un reparto arretrato, già abbastanza solido di suo, ben ammaestrato da mister Giuseppe Scienza. In caso di effettiva partenza di Rota, una valida alternativa sulla destra c'è. Il suo ritorno in Puglia ora è da protagonista. 

Di strada in carriera Sales ne ha fatta e non poca. Partendo da un paese di dimensioni decisamente ridotte: Sanarica, in provincia di Lecce, conta appena 1.479 abitanti. I primi passi? Presso i settori giovanili di Lecce ed Atalanta, quindi ecco che nel 2007/08 arriva la prima esperienza tra i professionisti con la maglia del Cuoio Cappelli: in C2 le presenze all'attivo saranno 34. Cosi, nel 2009 arriva il salto di qualità nella blasonata Cremonese: per lui 4 stagioni intense, condite da 74 presene e 2 reti all'attivo. Quindi il rientro alla casa madre, a Lecce: nel 2013/14 non riuscirà ad essere profeta in patria e proprio sul filo di lana. E' fatale infatti il ko rimediato in finale playoff al 'Matusa' contro il Frosinone. Sfortunata anche la successiva stagione, seppur in una grande piazza, a Venezia. Arriva la retrocessione dei lagunari in D. 

I veneti retrocedono, Sales mantiene la categoria. La tappa successiva si chiama Carrarese, ma dura soltanto un anno (2015/16). Quindi il biennio col Teramo: non va mai a segno, ma in oltre 50 presenze colleziona più di 4miloa minuti giocati, diventando un punto di riferimento per il reparto arretrato. Quindi sposa l'ambizioso Potenza, nel 2018/19 neo promosso: ritrova il gol - ultimo dei 3 della sua carriera - nel confronto vincente (3-1) disputato contro la Virtus Francavilla in campionato il 2 dicembre 2018. Costante la sua presenza in campo, soprattutto nell'ultima fase in rossoblù: sempre presente per tutti i 90' a partire dalla sfida contro i Rende del 16 febbraio scorso e fino allo sfortunato playoff del 'Mapei Stadium' contro la Reggiana. Chissà che svolta avrebbe potuto prendere la sua carriera se il rigore di Franca avesse avuto esito positivo! Il rimpianto rimane, ma chissà che in biancoverde i miracoli non possano avere un lieto fine...

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 02 agosto 2020 alle 20:48 / Fonte: tuttocalciopuglia.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print