Una giornata intensa la prima del Girone C di Serie C, con le big che hanno faticato, escluso il Bari, e ben tre match non disputati. Il Trapani perderà a tavolino contro la Casertana mentre Avellino-Turris è stata sospesa dopo dieci minuti per impraticabilità del campo. Non sono scese in campo neanche Foggia e Bisceglie, che recupereranno più avanti il loro match. 

PORTIERE

Riccardo Daga (Viterbese): bella prova del giovane estremo difensore dei laziali. Soprattutto nella ripresa, con la Viterbese in inferiorità numerica, alza la saracinesca negando il gol a Vantaggiato e compagni. 

DIFENSORE

Giulio Mattei (Vibonese): grande esordio per il terzino destro. Attento in fase difensiva, propositivo in quella offensiva. Trova la rete da tre punti con un bell'inserimento su calcio piazzato. 

Claiton (Catania): l'esperto difensore brasiliano gioca una partita solida, trovando tra l'altro nel finale di gara la rete che toglie le castagne dal fuoco agli etnei. 

Salim Diakite (Teramo): un muro insuperabile per gli attaccanti del Palermo. Fa a sportellate con Saraniti, tenendo sempre fisicamente, spesso è in anticipo e fa ripartire l'azione dei suoi.

Tommaso D'Orazio (Bari): gol e assist all'esordio con la maglia biancorossa per l'esterno mancino ex Cosenza. Mister Auteri gli affida la corsia di sinistra e D'Orazio di certo non delude. 

CENTROCAMPISTI

Domenico Franco (Virtus Francavilla): il centrocampista guida il tentativo di rimonta sul Bari che per poco non riesce. Segna ed è sempre nel vivo del gioco. 

Simone Santoro (Teramo): classe 1999 ma sembra un veterano. Visione di gioco, tecnica e potenza. Tutto questo si traduce nel gol che lo vede correre palla al piede per quaranta metri e battere Pelagotti. 

ATTACCANTI

Giuseppe Guadagni (Paganese): nonostante la giovane età non si fa certo intimidire dalla difesa del Catania. Si conquista il rigore e lo trasforma, poi lotta su tutti i palloni. 

Ernesto Starita (Monopoli): i biancoverdi hanno perso Fella, ma hanno trovato Starita. L'attaccante si è subito calato nel gioco di mister Scienza e il gol fa volare il Gabbiano all'esordio a Castellammare. 

Giovanni Volpe (Potenza): non Cianci o Baclet, mister Somma lancia dal primo minuto il ragazzino e Volpe ripaga il mister con un gol dopo due minuti e un match di grande spessore. 

Mirco Antenucci (Bari): una garanzia. L'attaccante si presenta in questa nuova stagione con un gol dopo una manciata di minuti. È già l'arma in più del Bari. 

ALLENATORE

Mario Somma (Potenza): i lucani si presentano con una formazione largamente rivoluzionata, al cospetto di una squadra sulla carta senz'altro superiore dal punto di vista tecnico. Ma mister Somma, con il suo 4-2-3-1 e le sue idee, imbriglia il Catanzaro e fa suo un match meritatissimo. Questa nuova avventura a Potenza inizia sotto i migliori auspici. 

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 29 settembre 2020 alle 11:34 / Fonte: TuttoC
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print