Il Potenza potrebbe tornare a giocare almeno i play off ma chi pagherà ai rosso-blù i tamponi rinofaringei,i prelievi del sangue e i test sierologici? Secondo un’indagine del “Mattino” per ogni singolo esame clinico un club di Serie B e C  dovrebbe spendere intorno ai 120 euro, mentre si cominciano a fare anche le prime stime per la ripartenza che, costerà circa mezzo milione di euro a ogni società professionistica che dovrà giocare ancora dalle 10 alle 15 partite.Ai test vanno ad aggiungersi anche i costi delle sanificazioni e controlli senza dimenticare che aumenteranno anche i costi delle trasferte. Fuori casa secondo il protocollo bisognerà occupare solo stanze singole negli alberghi e sarà necessario spostarsi con un doppio pullman per squadra e staff. Una spesa importante che potrebbe pesare sui bilanci di tanti club.Il Potenza non è esente da questa problematica e sinceramente la situazione è abbastanza complessa e poco decifrabile.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 26 maggio 2020 alle 21:46
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print