Il presidente della Reggiana, Luca Quintavalli, ha parlato nella conferenza stampa di presentazione della sfida playoff contro il Potenza. "Abbiamo pescato la squadra meno forte? Arrivati a questo punto non penso ci siano livelli calcistici che possano essere condizionati da quello che hai fatto o da chi sei - ha dichiarato il numero uno granata -. Il Potenza merita di essere qui, inoltre in una situazione straordinaria come questa ti giochi tutto in 90 minuti e quindi tutto può succedere. Dobbiamo affrontare la partita di lunedì con la giusta determinazione".

Ciò che potrebbe ostacolare la Reggiana, però, sono i cinque mesi di stop forzato: "Quello che manca nella gambe è l'intensità della partita, non sicuramente quella dell'allenamento o della forma fisica. Ogni sabato sono ai campi e noto un livello altissimo, sia nell'esecuzione delle sedute sia nella cura dei dettagli, in cui sappiamo il mister essere maniacale. Il livello di professionalità è rimasto altissimo in questo team".

Con un pareggio e due vittorie il futuro granata si scriverebbe in serie B: "Quanto ci ho pensato? A dire il vero, io ho sempre pensato ad una sospensione definitiva del campionato e quindi sapevamo che come migliore seconda avevamo qualche possibilità di essere premiati, anche se non abbiamo mai pensato di non meritarci la B sul campo. Adesso ci siamo vicini, la squadra è forte e coesa, c'è una città intera che ci crede. Penso sia il momento più positivo da quando è nata la nuova Reggiana".

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 12 luglio 2020 alle 21:30 / Fonte: viaemilianews.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print