Diego muore a tre anni, la giornalista Rai non trattiene l'emozione e si commuove in diretta. La storia del piccolo Diego, morto a soli tre anni nel materano, ha colpito tutta l'Italia per il suo drammatico epilogo in un momento storico in cui i giornalisti televisivi non fanno altro che raccontare tragedie e snocciolare numeri di bollettini. L'ennesima brutta notizia, quella che nessuno avrebbe voluto dare, è arrivata all'alba di questa mattina. È toccato alla giornalista Maria Vittoria Morano, volto televisivo del Tg regionale della Basilicata, annunciare in diretta la morte del bambino che ieri era scomparso. 

Nel corso dell'edizione delle 14 ha dovuto leggere la nota di cordoglio inviata alla famiglia dal presidente della regione Basilicata Vito Bardi, ma non è riuscita a trattenere l'emozione. Con la voce a singhiozzo ha dato espressione ai sentimenti dei lucani e degli italiani così provati dall'emergenza coronavirus. Un momento di debolezza ed empatia che ha unito tutti.

Diego si trovava nella tenuta di famiglia e stava giocando con i cani. All'improvviso è sfuggito allo sguardo dei genitori, una fatale distrazione ed è scomparso nel nulla. Il corpicino è stato ritrovato alla foce del fiume Bradano, a Metaponto, vicino Bernalda e in provincia di Matera. 

La giornalista si è scusata in diretta ed è andata avanti, ma le sue lacrime sono diventate il segno tangibile di come  non si può restare indifferenti alla morte degli altri e a quella di un bambino. 

«Grazie per questo momento di verità, di debolezza, di dolore. Le lacrime di Maria Vittoria Morano per la morte del piccolo Diego sono anche le nostre», ha commentato su Twitter un telespettatore. 

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 29 marzo 2020 alle 18:55 / Fonte: ilmattino.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print