Tuoni, fulmini e saette è un po’ questa l’aria che si respira tra i club di Serie C, non è un clima tranquillo quello che circonda la terza serie all’indomani della decisione del Consiglio Federale di far ripartire tutti i campionati dalla Serie A alla Serie C. L’ultima contrarietà, in ordine di tempo, arriva da L.A.M.I.C.A. (Libera Associazione Medici Italiani Calcio) che non esclude le dimissioni in blocco dei 60 medici in capo ai Club di Serie C. Il motivo è molto semplice, per i medici non ci sono le condizioni di ripresa in sicurezza per il campionato di terza serie.

La decisione del Consiglio Federale ha lasciato l’amaro in bocca anche a Francesco Ghirelli presidente della Serie C che della tutela della salute nell’emergenza per contrastare il Covid-19 ne ha fatto un caposaldo ed è stato il primo a bloccare i campionati.

Da quanto appreso in esclusiva da catanzarosport24.it pare che per la giornata di domani lo stesso Ghirelli abbia convocato con urgenza il Consiglio Direttivo di Lega con il presidente del Potenza Caiata che sarà presente in video-conferenza. Un appuntamento che, visti gli ultimi sviluppi, difficilmente sarà affrontato con serenità dal momento che è netta ed evidente una spaccatura tra i club.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 21 maggio 2020 alle 20:58 / Fonte: catanzarosport24.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print