Catania-Potenza è la “sua” sfida. Nicola Garzieri ha totalizzato una cinquantina di presenze in casacca rossazzurra ed un centinaio in rossoblu. Proprio Garzieri è intervenuto telefonicamente ai microfoni di TuttoCalcioCatania.com, in vista del confronto di domenica pomeriggio tra le due squadre impegnate al “Massimino”:

Potenza reduce da una sconfitta indolore contro la Ternana secondo te?
“Il Potenza ha confermato la vecchia intelaiatura di base, prendendo consapevolezza e migliorando giorno dopo giorno. Se analizziamo il percorso dei rossoblu, però, si nota che quando incontrano squadre di vertice faticano. Stanno andando al di là delle loro aspettative e secondo me concluderanno il campionato nelle prime cinque posizioni. Forse gli manca qualche giocatore di qualità che gli consenta di fare il salto”.

Il Catania, invece, come lo vedi?
“Qui la situazione è diversa. A prescindere dalle vicende extra campo, è difficile la Serie C. Se non ti cali effettivamente nella realtà, diventa molto complicato esprimersi. Può essere un bene per il Catania prendere giocatori di categoria, come sta facendo adesso. Perchè i calciatori di un certo livello incidono sul piano economico ma anche emotivo. Se non si calano nella categoria è come non averli. Gli innesti recentemente effettuati possono assicurare qualcosa di più sul piano della cattiveria agonistica e della concentrazione”.

E intanto si avvicina il doppio impegno di Coppa Italia con la Ternana…
“Fare bene in questa competizione può essere un fattore determinante. Intanto spero che il Catania arrivi bene fisicamente e mentalmente a disputare i Play Off. Ricordo che il Cosenza, da sesto, vinse gli spareggi ma giocò un girone di ritorno strepitoso arrivando in formissima al traguardo. L’importante è come ci arrivi. Si logorano maggiormente formazioni che rincorrono come Bari e Ternana piuttosto che chi occupa il sesto-settimo posto. Il Catania può gestire la preparazione diversamente. Penso che la Ternana potrebbe avere minori motivazioni rispetto al Catania, visto che gli umbri puntano con più decisione a consolidare i piani altissimi della classifica. Non so fino a che punto convenga ai rossoverdi spendere tante energie in Coppa, anche perchè la Ternana concluderà comunque la stagione tra i primi 3-4 posti”.

Utopia o possibilità concreta che il Catania sia in piena corsa per la B nonostante i problemi societari?
“In questi anni ho sempre creduto che il Catania ce la potesse fare, l’ho sperato ma così non è stato. Chissà, magari si verificherà proprio quest’anno che non te lo aspetti. Capisco i tifosi che disertano, sono stanchi di vedere la squadra in Serie C. Il pubblico ha sempre risposto presente ma adesso è deluso. Al di là del fatto che tenga alla maglia, il tifoso vuole vedere una squadra che combatta fino alla fine e faccia in modo di riportare la gente allo stadio ricompattando il gruppo e mettendo in fila risultati importanti. Lucarelli ha il carattere necessario per inculcare nella testa dei giocatori lo spirito giusto, ma poi sono loro a scendere in campo”.

Catania-Potenza, che partita potrebbe venire fuori?
“Mi aspetto un match da over. Se lo giocheranno a viso aperto. A differenza degli ultimi anni, stavolta una delle due formazioni potrebbe fare bottino pieno al ‘Massimino’. Vincere significherebbe riprendersi, viceversa perdere può danneggiare una delle due. Il Catania portando a casa i tre punti scalerebbe posizioni, il Potenza invece in caso di sconfitta allungherebbe il distacco da Ternana e Bari e vorrà ottenere il massimo dopo il ko casalingo di domenica scorsa”.

Il Potenza potrebbe anche inserirsi all’inseguimento della vetta?
“Il Bari è una corazzata, la Reggina secondo me è andata ormai. Anche dopo la sconfitta esterna per 3-0, gli amaranto possono gestire tanti punti di vantaggio avendo disputato un girone d’andata strepitoso. A parte il Bari non vedo altre squadre che potrebbero insidiare la vetta della classifica, forse la Ternana che ha una bella squadra”.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 18 gennaio 2020 alle 21:37 / Fonte: Tuttocalciocatania.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print