Forte tensione sin dalle prime fasi della manifestazione organizzata al Circo Massimo a Roma, dove si sono unite frange delle curve ultrà (non è presente la tifoseria del Napoli) e rappresentati dall’estrema destra (Forza Nuova) per manifestare contro il Governo.

Tutto è cominciato quando uno dei partecipanti stava rilasciando un’intervista a un giornalista. L’uomo è stato fermato da un altro militante in modo brusco, Giuliano Castellino, che gli ha detto «nessuno è autorizzato a parlare». È partita una lite interna che poi si è sfogata su giornalisti e fotografi presenti.

Una furiosa rissa tra gli organizzatori ha dato il via agli scontri con la polizia: i manifestanti, dopo aver rispettato un minuto di silenzio per le vittime del Covid-19, hanno poi caricato prima i giornalisti e successivamente lanciato bombe carta e bottiglie contro forze dell’ordine, operatori e cronisti.

Dieci manifestanti sono stati fermati dagli agenti, tra cui alcuni con la mascherina giallorossa che tiravano bottiglie contro la polizia.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 06 giugno 2020 alle 22:39 / Fonte: ilnapolista.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print