Il Potenza al momento è un cantiere aperto e non potrebbe essere altrimenti.

Contro la Triestina ieri malgrado la sconfitta la squadra rosso-blù non è dispiaciuta ma è chiaro che è inutile dare qualunque tipo di giudizio sul roster di mister Somma che non ha giocato nenache una partita amichevole nel romitaggio estivo.

I giusti meccanismi presto arriveranno, così come mister Somma ha dichiarato a fine partita. E' ovviamente questione di tempo, lavoro e minuti nelle gambe da sperimentare con la squadra tipo alla quale mancano ancora un portiere e un attaccante (come minimo)

Di certo, stando alle cose viste sul campo dl "Viviani" ieri, si è visto un Potenza propositivo e sul pezzo, il che fa ben sperare. Se ancora la coralità non è al top e la mano di mister Somma si è vista con il Potenza che è apparso comunque volenteroso,voglioso di ben figurare e fare la sua onesta partita.

La sensazione è che questa squadra potrà solo migliorare e se le giuste ciliegine arriveranno sulla torta tecnico-tattica che mister Somma sta preparando cu si divertirà anche se ci vorranno uno o due mesi di rodaggio.

Fino ad allora si tratta di macinare gioco e dinamismo e bisognerà chinare il capo e lottare su ogni pallone come contro la Triestina e probabilmente essere meno ingenui ma i giovani del Potenza in toto hanno lasciato ieri sera sensazioni positive a tutti.

Contro il Catanzaro oltre agli schemi e ai tatticismi infatti, ci sarà un elemento da tirare fuori e che spesso fa soffrire da matti le squadre di blasone: si chiama “coltello tra i denti”, e visto il calendario, forse già dalla prima giornata di campionato il Potenza dovrà sfoderarlo.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 24 settembre 2020 alle 18:27
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print