Nel suo editoriale il Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb, Michele Criscitiello, ha dato le pagelle con delle considerazioni molto critiche sulla Serie C.
Afferma il Direttore: "Adesso possiamo dire chi ha gestito bene l'emergenza, chi non ci ha capito nulla e chi ha perso la sua "battaglia", iniziando a stilare l'elenco dei promossi e dei bocciati di questa storia che "andava gestita meglio".
Tra i promossi Gabriele Gravina, Presidente FIGC. "Non era facile gestire questa emergenza". Scrive Criscitiello. "Da una parte aveva 20 imprenditori che ragionano, spesso, con una testa poco imprenditoriale. Dall'altra parte un Governo miope che si è rivelato il primo nemico del calcio. Gravina ha retto bene l'urto. Politicamente non ha perso la bussola e ha portato a casa la partita".
"Promosso anche Claudio Lotito, il vero artefice della ripartenza. Ha cambiato la sua strategia mediatica. Meno spocchioso, meno protagonista ma il vero padrone del palazzo"
e chiosa "Ha vinto la partita e alle dichiarazioni spocchiose, made in Lotito, ha preferito la diplomazia".

"Promossi anche Mauro Balata e Cosimo Sibilia. Presidenti di Serie B e Serie D. Il primo voleva tornare in campo e ci tornerà. Ha gestito molto bene i suoi 20 Presidenti e si è fatto trovare pronto non appena è giunto l'ok di Palazzo Chigi. Sibilia ha mostrato coerenza e capacità. Non è mai andato dove tirava il vento ma ha assicurato una linea unica, nel bene e nel male per alcuni club. In serie D non si poteva tornare a giocare e non lo ha deciso lui ma medici e politici. Ha sospeso in tempo utile i gironi e ha assicurato il merito sportivo, l'unico che conta". "Sibilia ha lavorato, con Balata, alla grande riforma che sarebbe l'unica soluzione per evitare il crac finanziario e gite in tribunale". "Promossi anche allenatori (Ulivieri) e arbitri (Nicchi e Rizzoli)".

E' sui "bocciati" che Crisictiello va duro, partendo dal Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora "E' stato travolto da un'onda anomala molto più grande di lui. Con il calcio, in Italia, non si scherza", "Bocciato Damiano Tommasi, Presidente Aic. A fine mandato non ne ha indovinata una. Dal taglio agli stipendi agli orari delle partite fino all'ultima lettera sui rimborsi di serie D, senza avere il coraggio di mandare direttamente la missiva a Sibilia e Gravina mandando un fax simile ai responsabili dei club di D, dopo che Sibilia era stato molto chiaro sui rimborsi: "Senza prestazione non possono esistere i rimborsi". Un Presidente dell'associazione calciatori dovrebbe conoscere la differenza tra stipendi e rimborsi".

Capitolo Serie C, ecco l'analisi del Direttore si Sportitalia: "Nella lista dei bocciati potrebbe finire Francesco Ghirelli, numero uno della Lega Pro, ma sarebbe troppo facile. Ha commesso degli errori gravi ed evidenti. Ha convocato assemblee che non andavano convocate, non si è allineato alle altre Leghe, ha cambiato troppo spesso opinione e ha fatto troppa confusione ma il vero problema e i veri sconfitti sono i Presidenti di serie C che parlano (tanto) e agiscono poco e male. I Presidenti di serie C sono stati il vero disastro di questa quarantena. Spaccati tra di loro, gonfiano il petto sui social e in tv ma fanno il gioco del silenzio in assemblea, non hanno più i soldi per andare avanti eppure vorrebbero continuare ad essere sommersi dalla marea di debiti che ogni anno aumenta".

Ultimo capitolo la riforma: "Gravina, intervenuto all'ultimo consiglio di Lega Pro, ha confermato la volontà di fare la riforma ma sarebbe propenso a farla tra un anno. Grave errore: se va fatta non bisogna aspettare. Il Covid deve accelerare la riforma in un anno dove bisogna evitare crac finanziari e cause in tribunale. Senza la riforma diventeranno ricchi solo gli avvocati, per difendere i club che alla fine avranno tutti (chi più, chi meno) ragione. A, B, D e Coni sono per la riforma immediata. Forse anche il Governo spinge per abbreviare i tempi. Gravina, anche qui non deve essere il becchino del calcio. Deve pensare al bene del sistema e non alla scadenza del suo mandato per promuovere una riforma che per tutte le società di seconda fascia sarà di vitale importanza.

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 20:35 / Fonte: Tuttomercatoweb
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print