Dopo le batoste e nonostante l’emergenza Coronavirus sia tutt’altro che risolta, la politica del calcio prova a guardare avanti e ad essere ottimista sulla ripresa dei campionati, forte anche delle rassicurazioni avute ieri dall’UEFA che è pronta a mettere nel calderone anche il mese di agosto per salvaguardare la regolarità della stagione ed evitare assegnazioni di titoli a tavolino o, peggio ancora, annullamenti.Ma la volontà-necessità della maggioranza è ripartire. Interessi economici e non solo invogliano Gravina, presidente Figc,Balata per la Lega B e Ghirelli per la Lega C a fare di tutto per riprendere a giocare. Bisognerà, però, aspettare di essere a contagio zero. In tal caso, ci sarebbe il via libera a partite estive, anche tre a settimana se necessario, rigorosamente a porte chiuse per precauzione ed in notturna, per vincere la calura. Secondo Gravina si potrebbe tentare di far rotolare il pallone già mercoledì 20 maggio o sabato 23 maggio. Per farlo, però, bisognerebbe ricevere il via libera dal Governo per gli allenamenti almeno nei primi cinque giorni di maggio, se non prima. Le leghe potrebbero invece individuare in sabato 6 giugno un’ipotesi più plausibile, finendo quindi entro il mese di luglio.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 02 aprile 2020 alle 19:01 / Fonte: Salernitananews.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print