In questa intervista rilasciata a Sebastian Donzella e a TuttoC.com Domenico De Simone si racconta e parla anche del suo passato a Potenza nella stagione 2009/10.

Cinque campionati di Serie C vinti. Un paio di miracoli sportivi. Più di 400 presenze in carriera. Oltre 300 partite in terza serie. Tredici squadre in carriera, da Nord a Sud. Signore e signori, ecco a voi Domenico De Simone, tra i mediani più rispettati in categoria tra i due millenni. [...]

Da una gestione all'altra, Potenza: "Situazione totalmente all'opposto. Un'annata folle, un altro miracolo sportivo. La squadra venne estromessa dal campionato per fatti accaduti nella stagione precedente. Ci ritrovammo a dover scendere in campo sapendo che il team sarebbe stato cancellato. Non facevamo classifica, insomma, ma potevamo togliere punti alle altre. Vi lascio solo immaginare le pressioni ma non ci importava. Avevamo un gladiatore alla guida e fu lui a gestire la situazione nel migliore dei modi. Parlo di Eziolino Capuano, un allenatore fortissimo, il migliore in C, col quale ho avuto l'onore di lavorare anche in questi anni. All'epoca ci prese da parte e ci disse che dovevamo essere uno spot per la moralità del calcio e che dovevamo fregarcene di quanto stava accadendo perché lui voleva la salvezza sul campo. Una situazione assurda: sapevi di dover retrocedere ma allo stesso tempo dovevi salvarti". Con il corollario di Foggia: "Non segnavo mai. Ne avrò fatti una decina in carriera, non di più. In Puglia i rossoneri devono vincere per evitare i playout. E noi gli facciamo gol. Anzi, io gli faccio gol. Una punizione, nemmeno così straordinaria. Sta di fatto che pareggiamo. Loro erano increduli, ricordo che lo stadio voleva massacrarci. Sportivamente parlando li capisco, erano riusciti a non salvarsi contro una squadra già estromessa. Ma volevamo dare un segno di professionalità forte, non avrebbe avuto senso disputare un'intera stagione senza stipendi per poi mollare alla fine. Mi ferii, durante quella stagione, il fatto che ci etichettarono come venduti quando facevamo punti ma noi giocavamo per la gloria e per una città che non ci aveva mai abbandonato".

Sezione: Gli ex rossoblu / Data: Mar 26 maggio 2020 alle 15:30 / Fonte: Sebastian Donzella - TuttoC.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print