Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha approfondito i motivi dietro al ritardo di 15 minuti per ogni partita di Serie C, “minacciando” anche provvedimenti più drastici.

“Pensiamo che serva la defiscalizzazione sul credito d’imposta per almeno tre anni – afferma in un’intervista per tuttoc.com – in modo da poter reinvestire questi soldi, attualmente dovuti dalle società al fisco, in infrastrutture materiali (cioè centri sportivi e ristrutturazione stadi) e in infrastrutture immateriali (cioè la formazione di maestri e allenatori)”.

Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha approfondito i motivi dietro al ritardo di 15 minuti per ogni partita di Serie C, “minacciando” anche provvedimenti più drastici.
 

“Pensiamo che serva la defiscalizzazione sul credito d’imposta per almeno tre anni – afferma in un’intervista per tuttoc.com – in modo da poter reinvestire questi soldi, attualmente dovuti dalle società al fisco, in infrastrutture materiali (cioè centri sportivi e ristrutturazione stadi) e in infrastrutture immateriali (cioè la formazione di maestri e allenatori)”.

“Ci auspichiamo che tutto vada per il verso giusto – continua – . Ma se così non sarà, non ci fermeremo ai 15 minuti di ritardo. Non stiamo scherzando, si potrebbe arrivare anche alla sospensione del campionato, con una contemporanea riflessione sullo status della Lega”.

Il provvedimento deve passare dal Parlamento e Ghirelli dice: “Se non sarà in grado di risolvere questa problematica noi dovremo trovare altre soluzioni per abbassare i costi. Ma non mettiamo il carro davanti ai buoi: lunedì ci sarà un primo confronto, vogliamo incontrare il ministro Spadafora e il presidente Gravina”.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 14 dicembre 2019 alle 18:29 / Fonte: stadionews.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print