Addii e benvenuti, mischiati insieme nel giro di poche ore. Così funziona il mercato nei frangenti caldi che vanno verso il gong di chiusura. E non fa eccezione ovviamente il Catanzaro, quest’oggi diviso tra il commiato social di Kanoute e l’allestimento, a Giovino, del comitato di accoglienza per almeno tre nuove pedine pronte allo sbarco.

CHI ARRIVA – Un trittico già in fila – Desiderio Garufo, Leonardo Perez, Alessandro Malomo – che probabilmente proprio in quest’ordine varcherà la soglia d’ingresso a cavallo tra weekend e primi giorni della prossima settimana. Romperà gli indugi il laterale della Reggina, atteso già nelle prossime ore in città: accordo trovato nel giro di una manciata di chiacchierate tra le parti e biennale sul tavolo in attesa solo della firma. Subito dopo sarà la volta della punta virtussina il cui biglietto da visita presentato mercoledì scorso, da avversario, nella sfida di coppa, ha piacevolmente impressionato. Anche lui si legherà alle aquile per due stagioni e il suo arrivo – oltre a dare ossigeno ad un reparto ridotto all’osso dalle partenze – potrebbe sulla carta anche cambiare le gerarchie interne. E poi Malomo, affare chiuso in virata dopo le complicazioni sorte nell’operazione Caporale con la Virtus: niente da fare per il ventiquattrenne biancazzurro – i pugliesi fanno muro – ma soluzione subito trovata con l’ingaggio del centrale svincolato, ex Triestina e Venezia.

CHI PARTE – Dall’altro versante i saluti, si diceva. Affettuose le parole affidate da Kanoute ai social a poche ore dal suo passaggio a Palermo. “Volevo ringraziare la città di Catanzaro e tutti i suoi splendidi tifosi per l’affetto e l’amicizia che mi sono stato donati in questi due anni – ha scritto l’attaccante – Con il vostro supporto ho cercato di dare il massimo nel mio lavoro e mai smetterò di ringraziarvi per la vostra vicinanza. Porterò sempre nel mio cuore i colori giallorossi”. Un’operazione “a bonus”, quella che lo ha portato in Sicilia, che permetterà al Catanzaro di incassare in base alle prestazioni e ai risultati raggiunti. In uscita resta sempre Di Gennaro per il quale al momento non sembrerebbero esserci piste realmente calde; con lui anche Statella – ulteriormente chiuso dall’arrivo di Garufo – ad oggi più distante dalla Vibonese e poco convinto della pista Foggia.

Sezione: Calciomercato / Data: Ven 25 settembre 2020 alle 22:26 / Fonte: catanzaroinforma.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print