Vi proponiamo un interessante articolo tratto dall'edizione odierna del quotidiano toscano "La Nazione" che nella sezione provinciale dedicata a Siena presenta un'intervista al presidente del Potenza Caiata che nella "Città del Palio" oltre ad essere una istituzione imprenditoriale ha messo su anche famiglia sentendosi da anni parte integrante della territorio. Per la cronaca il Siena da pochi giorni è "Fallito" mentre il Potenza è sempre più vivo e vegeto.

Mentre il Siena non trovava i soldi per iscriversi alla serie C, l’onorevole Salvatore Caiata, presidente del Potenza, iscriveva la sua squadra al campionato telefonando con il suo cellulare proprio sotto Rocca Salimbeni. Niente di complicato, stando alle sue parole. "La società non aveva debiti pregressi - rivela il presidente Caiata - ho pagato gli stipendi di giugno regolarmente ed è bastato versare la tassa di iscrizione per inserire il Potenza nell’elenco delle squadre di serie C. La fidejussione è stata rinnovata, quindi nessun problema".

Già l’altra sera i sottopancia di Sky sport confermavano la soluzione dei problemi del Potenza calcio. Caiata vuole scacciare anche i rumors, secondo i quali avrebbe dovuto vendere uno dei ristoranti in piazza del Campo dei quali ha la gestione per trovare i soldi necessari. "Non ho venduto nulla - ribatte stizzito il deputato presidente - ho ancora la gestione di Liberamente e del ristorante Il Campo. Sono sempre convinto che nel calcio si vince prima in ufficio e poi in campo. Bisogna avere i conti in ordine, non fare mai campagne acquisti azzardate, avere l’ossessione dei bilanci in costante equilibrio".

Anche sulla sua voglia di lasciare il Potenza in altre mani, stanco per lo stress dei campionati, Salvatore Caiata replica in modo tranquillo: "Non avevo intenzione di lasciare la squadra, volevo solo coinvolgere altri protagonisti del territorio lucano. Ho chiesto sostegno agli imprenditori, alle istituzioni, ai tifosi, facendo leva sullo spirito della comunità potentina e lucana. Ho ricevuto tantissima solidarietà, la mia speranza è che, prima o poi, si trasformi in sostegno concreto".

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 21:13
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print