Diciotto società italiane e due svizzere sono finite sui tavoli di fondi di investimento e milionari americani, tra New York e Miami. È quanto riporta l'edizione odierna del "Corriere dello Sport - Stadio", il quale è entrato in possesso di un documento grazie all'intermediario di un fondo di investimento americano. Si tratta di 2 club di serie B (Pescara e Reggina), 7 di serie C (Bisceglie, Catanzaro, Cavese, Foggia, Lecco, Sambenedettese e Vibonese), 9 di Serie D (Real Giulianova, ASD Gladiator, Latina, Acr Messina, Ostiamare, Sanremese, Sorrento, Taranto e Trastevere) e le elvetiche Lugano e Chiasso. Secondo il quotidiano sportivo, le 20 società sono analizzate sotto vari aspetti - forza del brand, legame con la città, potenzialità di crescita e collocazione territoriale - ma l'approfondimento procede a rilento perché le proprietà hanno fornito una documentazione scarna. Solo un paio riscontrerebbero grandi potenzialità, altre sarebbero state bocciate. Il broker anonimo avrebbe citato almeno 10 milionari americani propensi ad investire nel calcio di provincia italiano, per un prezzo che varia da 1 a 10 milioni di dollari. Alla base di questo interesse ci sarebbe il valore relativamente basso delle società del calcio europeo rispetto al mercato nordamericano, impantanato in circoli privati dove si entra acquistando la quota. In questo modo, invece, si punta alla creazione di valore, cercando di incrementare gli investimenti grazie al supporto di organizzazioni volte alla ricerca di sponsor, alle vendita di merchandising e alla creazione di una community digitale. Il tutto condito con impianti all'avanguardia, settore giovanile organizzato e strategia digitale, oltre alla collaborazione delle istituzioni locali.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 23:46 / Fonte: blunote.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print