Alla vigilia del match contro il Potenza, mister Vivarini si attende una risposta importante dal suo Bari: 

«Queste sono le partite belle da giocare, quelle che si ha voglia di giocare; la tensione si alza, si guarda anche ai minimi particolari. Sarà molto stimolante affrontare una squadra organizzata come il Potenza, che viene da anni di lavoro assieme; è una squadra ben messa in campo, capace di giocate preordinate, di ripartenze veloci e pericolose, che cura con attenzione tutte le fasi di gioco. 

Il Presidente è venuto a salutarci, ci ha portato carica e motivazioni giuste. Ripeto, è una gara stimolante, che deve essere affrontata con grande umiltà. Mi aspetto una bella partita da parte di entrambe e non credo sarà una partita sparagnina, ma con elevati spunti tattici. 

Noi ci arriviamo bene, abbiamo hanno recuperato tutti e si è potuto lavorare sulla preparazione della partita, facendolo al meglio. Abbiamo studiato l’avversario, analizzato nel dettaglio e cercheremo di metterlo in difficoltà con le nostre giocate. Sono diverse le soluzioni e le possibilità a livello di formazione e non dimentichiamoci che, con i cinque cambi, le partite possono cambiare storia nel loro corso; tutti sono titolari, chi subentra deve sentirsi titolare, tutti devono essere pronti.

Classifica? Capisco questo tipo di discorso, come è vero che ci manca qualche punto, ma la mia priorità è quella di ottimizzare le caratteristiche di questa squadra, migliorando tutti i dettagli. Questo gruppo ha forza e voglia, dobbiamo affinare il nostro essere squadra; abbiamo potenzialità per fare bene, occorre trasformare in campo questa potenzialità. Il nostro obiettivo è far quadrare il cerchio, queste partite ti danno la misura di chi sei e a che punto sei; mi aspetto un grande Bari».

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 07 dicembre 2019 alle 17:30 / Fonte: SSC Bari
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print