"Ci sono ostacoli burocratici e federali che stiamo cercando di superare. Purtroppo, la fusione fra due province diverse è vietata, altrimenti l’avremmo già fatta. Abbiamo tempo fino all’8 luglio e stiamo studiando la soluzione". Parole di Antonio Petraglia che a TuttoMatera.com fa il punto della situazione, visto che in queste ore sta cercando di trasferire il titolo sportivo alla Città di Matera.

Ore davvero concitate per poter studiare al meglio la situazione e arrivare in una soluzione nel giro di quarantottore. Antonio Petraglia ha praticamente deciso: vuole fare calcio a Matera. Che sia Eccellenza o ripescaggio in Serie D, l’intenzione dell’avvocato della Val d’Agri è abbastanza chiara: far tornare il calcio nella Città dei Sassi, o nel massimo torneo regionale, oppure nella massima divisione dilettantistica. Dalle indiscrezioni, dunque, si è ormai passati all’azione.

Purtroppo, essendo due Province diverse, la fusione è vietata. C’era anche la possibilità di poter percorrere questa strada che sarebbe stata la soluzione a tutti i problemi. Con i tempi ristretti, visto che il tutto deve essere consegnato entro l’8 luglio, bisogna cercare di trovare il giusto bandolo della matassa. Petraglia ha le idee chiare: fare calcio a Matera, e adesso la Città dei Sassi aspetta gli eventi.

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 21:38
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print