Riportiamo un bel pezzo di Matteo Porcu per conto della testata online centotrentuno.com che descrive molto bene il legame forte tra Emerson Borges e la Sardegna e riesce a spiegare, se ce ne fosse stato bisogno, il perché della decisione del forte difensore di dare l'addio alla terra lucana per scelte di famiglia. Ora è molto probabile che Emerson possa accettare un biennale con l'Olbia, squadra della provincia di Sassari che milita in Serie C.

• • • •

L’amore e la riconoscenza verso la terra che l’ha adottato spingono Emerson Borges a un più che possibile ritorno in Sardegna: come racconta il sito centotrentuno.com, il 40enne difensore italo-brasiliano potrebbe vestire la maglia dell’Olbia. Per la squadra di Max Canzi sarebbe un vero colpo per mettere ancora più esperienza in squadra, andando alla ricerca del solito mix tra giocatori navigati e giovani che crescerebbero anche sotto la sua ala protettrice.

“Nuoro per me è stato il trampolino per la mia carriera e la mia vita personale. Il cuore è rimasto sempre lì e la Nuorese è la squadra della mia città. Prima o poi tornerò, ho baciato la maglia della Nuorese ed è stata l’unica che ho baciato in tutta la mia vita calcistica”- dichiarazioni che non lasciano spazio ad altre interpretazioni, quelle del mancino rilasciate qualche giorno fa ai canali ufficiali di Mondo Verdeazzurro. Difficile, se non impossibile, un futuro prossimo con i colori della Nuorese nel campionato di Eccellenza, ma prima di una Last Dance al Franco Frogheri magari in Serie D e sempre con l’amico Marco Sanna alla guida, potrebbe esserci probabilmente la tappa intermedia di Olbia. Qui il giocatore che ha esordito in A col Livorno potrà dimostrare ancora di essere un elemento fondamentale per una squadra di Serie C, dopo le ottime stagioni disputate a Potenza dove ha raggiunto la fase nazionale dei playoff prima di vedere il sogno interrotto dalla Reggiana poi promossa in B.

Il giocatore lascerà Potenza nei prossimi giorni e i tempi per un ritorno in Sardegna parrebbero essere maturi: “Qui sono stato adottato sin dal 2003 da quando sono arrivato; questa Terra mi ha voluto bene, mi ha dato la possibilità di diventare uomo e padre di famiglia. Non essendo nato in Sardegna quasi mi vergognavo a vestire la maglia della Nazionale, perché non mi sentivo all’altezza degli altri che la vestono, ma poi ho capito che essendo da 17 anni in Sardegna e la mia famiglia è nata qua ho capito che è un onore e mi rende fiero di essere sardo. Questa è la mia vita e la sento la mia terra, è davvero un piacere essere amato da tante persone”- un’altra delle sue recenti dichiarazioni d’amore verso l’isola in occasione del raduno della Natzionale Sarda di Vittorio Pusceddu. Per il futuro di Emerson Borges saranno decisivi i prossimi giorni, ma il ritorno nella sua seconda patria è sempre più probabile.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 11 agosto 2020 alle 21:00 / Fonte: centotrentuno.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print