Che la Paganese prossimo avversario del Potenza in campionato abbia buon occhio per i calciatori giovani, non è certamente una notizia nuova. Non lo è neanche la capacità di Giuglielmo Accardi di scegliere e scovare talenti da aggregare alle squadre. Due forze motrici che hanno permesso a Giuseppe Guadagni di iniziare a spiccare il volo nel mondo del calcio. Dove non è arrivato il Napoli è arrivata la Paganese.

Giuseppe Guadagni è un attaccante classe 2001, che la maglia azzurrostellata l’ha vestita sin dai primi palleggi con la sfera. Il giovane talentino di Brusciano, infatti, ha iniziato proprio tra le fila della Paganese la sua gavetta nel mondo del calcio, per poi essere notato dal Napoli. Tesserato con gli azzurri e aggregato alla formazione U17, dov’è rimasto per due anni prima di rientrare nel club di Raffaele Trapani. Aggregato alla Berretti si è subito messo in mostra siglando 11 gol. Nonostante il rientro a Napoli, non è arrivata la conferma per restare nella formazione azzurra, quindi la Paganese l’ha tesserato e portato nel ritiro della prima squadra.

Nelle ultime quattro partite, Guadagni  è stato scelto da Alessandro Erra per lo starting XI conquistando quindi un posto da titolare, ma anche il cuore dei tifosi. Per lui due gol e due assist, come fosse un talismano. Nelle ultime quattro gare giocate, infatti, la Paganese ha conquistato quattro risultati utili consecutivi.

Nasce come ala, ma Guadagni riesce a giocare anche in altri ruoli, cioè come centrocampista esterno in una linea a cinque, sia come centrocampista centrale. Il gol contro il Catania è arrivato proprio dalla distanza, dal centrocampo.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 14 dicembre 2019 alle 18:19 / Fonte: Sportcampania.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print