A volte ritornano... da avversari. Per Marco Romizi quella contro il Bari non sarà domenica una gara qualunque. Emozioni forti quelle vissute dal centrocampista, ora al Picerno, in biancorosso. Emblema fra i più puri di quella meravigliosa stagione fallimentare che portò il Bari ad un passo dalla A, stupendo l'Italia.

Romizi ha vissuto gli anni più difficili e intensi del decennio scorso: quelli di un Bari senza grandi risorse ma carico di umanità e volti positivi. Assieme a Defendi e Sciaudone costituì, probabilmente, l'ultimo centrocampo davvero riconoscibile che la platea biancorossa ricordi.

Dopo Bari la carriera di Romizi ha vissuto una flessione non tornando più ai picchi umorali e di leadership registrati in riva all'Adriatico. Vicenza, poi Albinoleffe, infine da poche settimane il Picerno, prossimo avversario dei ragazzi di Vivarini.

Domenica tornerà in quel San Nicola che, c'è da scommetterci, gli dedicherà un doveroso omaggio. Romizi e il Bari saranno avversari in campo, mai nell'animo di un legame - e di un ricordo su quel che è stato insieme - che resta indissolubile.

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 12 febbraio 2020 alle 22:07 / Fonte: Tuttobari.com
Autore: Redazione TTP / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print