Consumatosi il passaggio delle consegne al vertice della società, con Nicola Grieco che ha ceduto la proprietà a Luigi Caterino, per l’Audace Cerignola è tempo di iniziare a programmare la prossima stagione, ponendo i primi mattoni fondamentali per la stagione che sarà. Il tassello d’apertura sarà il nuovo tecnico, poiché non proseguirà la collaborazione con Vincenzo Feola, al quale va indubbiamente ascritto il merito di aver risollevato notevolmente una formazione posizionata in zona playout e risalita fino al quarto posto, prima che il Covid-19 impedisse la conclusione naturale del campionato. La dirigenza e il confermato ds Elio Di Toro hanno ristretto il campo dei papabili a tre nomi: Roberto Carannante (ex capitano del Foggia da calciatore, e guida di Campobasso, Turris e Pomigliano), Valeriano Loseto (separatosi da poco col Gravina e autore di due tornei molto apprezzabili sulla Murgia) e Michele Pazienza.

La scelta cadrà molto probabilmente sul quasi 38enne ex calciatore nato a San Severo, che da centrocampista ha vestito le maglie fra le altre di Fiorentina, Napoli, Juventus ed Udinese in serie A. Appesi gli scarpini al chiodo e conseguito il patentino da allenatore, il primo incarico è la guida della Berretti del Pisa, poi dall’ottobre 2017 al marzo 2018 dirige la prima squadra dei nerazzurri toscani in serie C. Successivamente, è mister del Siracusa (sempre in terza serie) per circa un mese, dal novembre 2018. Un tecnico giovane e desideroso di emergere, il profilo forse più appropriato per un nuovo corso e per la mentalità sempre ambiziosa del sodalizio gialloblu. Non si esclude che l’annuncio ufficiale dell’incarico venga effettuato mercoledì pomeriggio, nella conferenza stampa indetta nella sala stampa del “Monterisi”, alla quale parteciperanno oltre a Caterino, Grieco e Di Toro anche l’avvocato Rosario Marino, il team manager Francesco Dibiase e il segretario Marco Santopaolo. Di pari passo alle decisioni tecniche, ci si muoverà anche in sede burocratica: dal 20 al 24 luglio sarà possibile inoltrare la domanda di iscrizione alla serie D 2020/21, in attesa di poter capire se e quali spiragli saranno fruibili per un potenziale ripescaggio fra i professionisti.

Sezione: Calciomercato / Data: Mar 07 luglio 2020 alle 22:59 / Fonte: lanotiziaweb.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print