La Pistoiese (Serie C) avrebbe preso contatto con l’entourage di Giampaolo Pazzini, ormai ex Verona. Una pazza suggestione, ma perché non sognare in grande?

Una settimana speciale per i tifosi della Pistoiese, che mercoledì 5 agosto hanno coronato il proprio sogno di vedere Nicolò Frustalupi alla guida dell’olandesina. Un traguardo importante per la società, che nella stagione 2020-21 raggiungerà i cento anni di età. E allora perché non sognare in grande?

La suggestione – perché al momento di questo si tratta – arriva dal mercato e si chiama Giampaolo Pazzini. L’ex bomber di Sampdoria, Inter e Milan ha recentemente concluso la sua esperienza all’Hellas Verona e al momento non sembra aver trovato alcun accordo con altre società. Motivo per cui anche la Pistoiese avrebbe alzato il telefono e preso contatto con l’entourage del giocatore, sia pure per una chiacchierata esplorativa.   

L’operazione avrebbe dell’incredibile considerate le doti tecniche del giocatore, che – classe ’84 – potrebbe ancora ben figurare in Serie B. Per non parlare poi dell’ostacolo economico, considerato lo stipendio da quasi un milione e mezzo di euro percepito in gialloblu.

Un romantico epilogo di carriera per Pazzini, nato a Pescia e cresciuto a Monsummano dove risiede la famiglia e la moglie Silvia Slitti. A Pistoia ritroverebbe poi mister Frustalupi, collaboratore di Mazzarri nei sei mesi (gennaio-giugno 2009) trascorsi sotto la sua guida alla Sampdoria. Senza dimenticare il passato orange del padre Romano e del fratello Patrizio, entrambi attaccanti prolifici, tanto da risultare capocannonieri in Serie D, l’uno nella stagione 1958-59 e l’altro trent’anni più tardi.

Una pazza idea che ha subito contagiato i tifosi dell’olandesina, che in questi ultimi giorni hanno inondato i social media di post propiziatori: “Abbiamo un sogno nel cuore, Giampaolo Pazzini arancione”. D’altronde, sognare con costa niente. Frustalupi e Valiani ne sono la prova.

Sezione: Calciomercato / Data: Sab 08 agosto 2020 alle 19:45 / Fonte: pistoiasport.com
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print