Il Trapani vede ancor più nero il proprio futuro e se domani non dovesse giocare in Coppa Italia rischierebbe addirittura l'esclusione. Un brutto capitolo per Ghirelli che si ritrova a rivivere l'incubo Matera con una ammissione di una società con molti problemi, un motivo in più per affrettare la riforma dei campionati.

Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito da Silvia Zabaldi e dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nelle sedute del 28 e 29 Settembre 2020 ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano: 

TRAPANI - CASERTANA DEL 27 SETTEMBRE 2020

Il Giudice Sportivo, letti gli atti ufficiali,

osserva

- che la gara in oggetto non è stata disputata avendo il Direttore di Gara constatato che la distinta presentata dalla società Trapani risultava priva dell'indicazione del medico sociale e dell'allenatore in possesso del requisito di un valido tesseramento per la stagione sportiva 2020/2021;

- che, pertanto, a norma dell'art. 66, comma 1 delle Noif, constatato il corretto comportamento del Direttore di Gara, occorre procedere a infliggere alla società Trapani la sanzione prevista dall'art. 53, comma 2 delle Noif,

quanto sopra premesso

delibera

- di infliggere alla società Trapani la sanzione della perdita della gara con il punteggio di 0-3;
- di infliggere alla medesima società la penalizzazione di un punto nella classifica della stagione in corso.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 29 settembre 2020 alle 19:25 / Fonte: Lega Pro
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print