Ci sono partite che per essere comprese vanno arricchite di significato, altrimenti “godi solo a metà”. E' il caso, ad esempio, di Potenza-Teramo partita nella quale il Potenza si è perso sul più bello buttando nelle ortiche la possibilità di tornare alla vittoria.

Contro gli abruzzesi ieri il Potenza non ha goduto in toto ed è stato un vero peccato che la bella rovesciata di Pinzauti abbia rovinato i piani di un mister Somma che adesso deve riprendere subito in mano il bandolo della matassa.

Questo per il Potenza è un momento della stagione in cui non bisogna calcoli. Giocare, migliorarsi e tenere la rotta cercando la continuità. Una specie di “pesca a strascico” dove ciò che resta, lo si valuta alla lunga (per ora), ma senza l'ossessione di focalizzarsi troppo nella finezza. Certi lussi (magari) verranno col tempo. Per ora si badi al sodo.

Meglio concentrarsi sulle cose basilari: tenuta di campo, corsa, meno sbavature possibili e assenza di dogmi tattici o presunti tali.

Ognuno, tecnico compreso, può incidere alla causa mettendoci del proprio. Certamente la trasferta di Francavilla Fontana ci farà capire tanto su che tipo di Potenza è questo che ci ritroviamo a gustare nella stagione calcistica 2020/2021.

In terra pugliese servirà tirare fuori grinta e artigli e non saranno ammessi passi falsi dato che sono queste le partite dove il Potenza deve fare il Potenza.

Il trucco, sta nel saper mettere a frutto le esperienze e ricordarsi domani, ciò che si è stati in grado di fare ieri e cercare di riproporlo con costanza.

Il Potenza deve battere un colpo quanto più positivo possibile per rimettersi nella giusta carreggiata in classifica.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 22 ottobre 2020 alle 22:02
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print