Il Grumentum Val d’Agri vuole fare calcio a Matera. La conferma è arrivata questa mattina nella sala Mandela con la conferenza stampa promossa dal presidente del club Antonio Petraglia, al tavolo con il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggeri, il vice sindaco e assessore allo sport Giuseppe Tragni e il Presidente del Comitato Regionale Figc, Pietro Rinaldi.

Durante l’incontro il patron Antonio Petraglia ha illustrato le linee guida di tale progetto sportivo e le prime novità di calciomercato: “Siamo onorati di mettere le radici a Matera e ci apriremo al territorio locale. So che c’è qualche diffidenza da parte di alcuni tifosi nei miei confronti ma sono venuto a Matera per fare qualcosa di importante per la mia terra. Ho 57 anni, sono di Grumento Nova ma ho lavorato diversi anni negli Stati Uniti d’America e le risorse accumulate sono frutto di sacrifici professionali che ora voglio investire qui a Matera, dove sono arrivato come ospite e con il capo cosparso di cenere, come si dice, con grande umiltà. Il progetto è a medio termine, se vogliamo misurarlo con dati economici, di almeno 5 anni. Probabilmente disputeremo il campionato di Eccellenza se non ci sarà una sentenza negativa per il Bitonto e vogliamo fare un campionato di vertice per tornare subito in serie D per poi pensare in grande e puntare al ritorno in serie C, il campionato che compete ad una piazza importante come Matera”.

Ovviamente solo per motivi tecnici il nome della squadra non potrà essere modificato per la stagione che sta per partire ma Petraglia ha fatto intendere che dal prossimo anno il Grumentum si chiamerà Matera.

L’organigramma tecnico e societario sarà definito nella prossima settimana ma è chiaro che la presenza in conferenza stampa di Gino Carrera e del tecnico Antonio Finamore lascia intendere che entrambi saranno riconfermati nei ruoli di direttore sportivo e allenatore. Petraglia ha annunciato anche i primi acquisti che andranno a comporre la rosa per la prossima stagione: “Oltre al bomber Pietro Mariano Gerardi in arrivo dal Lavello (dove ha vinto il campionato di Eccellenza e ha conquistato per due anni consecutivi il titolo di capocannoniere) giocheranno con il Grumentum Val d’Agri tre materani doc: il centrocampista Giampiero Montemurro che arriva dall’Andria, il difensore Francesco Ambrosecchia che ha giocato lo scorso anno a Lavello e il portiere Silvio Salerno, nella scorsa stagione a Pomarico”.

Petraglia ha inoltre annunciato che l’organigramma societetario sarà composta da nomi storici dello sport materano e che intende avviare subito una collaborazione con una scuola calcio locale per affrontare i campionati Juniores e Allievi. Si lavora anche per far partire l’attività del calcio femminile”.

Pietro Rinaldi, presidente Figc. “E’ bastata questa novità per risvegliare la passione per il calcio a Matera. Invito a unire le forze per non disperderle e a evitare i protagonismi personali”.

Giuseppe Tragni, vice sindaco e assessore comunale allo sport: “Il bando per la gestione degli impianti sportivi scade il 18 agosto. Il Comune di Matera valuterà in base al regolamento chi potrà giocare allo stadio XXI Settembre-Salerno oltre al Grumentum Val d’Agri. Siamo disponibili a dialogare con tutte le altre tre società materane di Prima Categoria e ricordo che sarà disponibile a breve anche il ristrutturato campo della zona Paip 1”.

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 19:16 / Fonte: sassilive.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print