Il Bologna calcio ha depositato in Comune il progetto definitivo di restyling dello stadio Renato Dall'Ara. Il progetto, consegnato da Bologna Stadio Spa, società controllata dal Bologna Fc 1909 contiene le modifiche emerse in sede di Conferenza dei Servizi preliminare. Sono stati inoltre depositati, come da normativa vigente, gli schemi di convenzione e di accordo con l'utilizzatore prevalente, oltre alla lettera di asseverazione del piano finanziario da parte del Credito Sportivo.

La nuova convenzione 

La convenzione prevista è di 40 anni, l'opera costerà 100 milioni di euro, dei quali 60 garantiti da Joey Saputo, patron del club, Bologna e Credito Sportivo e 40 dal Comune di Bologna. Si aprirà così la conferenza dei servizi decisoria, della durata di 120 giorni, al termine dei quali potranno essere studiati i bandi per i lavori. Altri 15 milioni serviranno a realizzare lo stadio temporaneo in cui il club giocherà nel frattempo, dopo l’inizio dei lavori previsti per la fine della 2022. Sarà avviata la ricerca di partner e sponsor per rendere più sostenibile l’investimento.

L’intervento 

L’intervento punta a valorizzare l’impianto la cui struttura originaria è del 1927, rimuovendo la sovrastruttura costruita per Italia '90. Gli spalti saranno a circa 6 metri dal campo, interamente coperti, e le panchine inglobate alla tribuna. La copertura, in tensostruttura, sarà totale, la capienza sarà da 30mila posti. Soprattutto, sarà uno stadio a cinque stelle, con 0,72 metri quadrati di servizi per persona, quando la media europea è di 0,55. Sono alcuni dati del nuovo Dall'Ara, che l’architetto Gino Zavanella che ha curato il progetto aveva annunciato già due anni fa. Sono previste balconate, salotti interni, megaschermi, aree ristoro, pub, museo e negozio del club, oltre a aree per mostre temporanee.Come aveva chiarito l’ad del Bologna Claudio Fenucci il nuovo Dall'Ara nascerà dalla collaborazione tra privato e pubblico con la legge 147 sugli stadi. Lo stadio rimarrà di proprietà del Comune, il club avrà il diritto di superficie.

Lo stadio temporaneo

L’area in cui sorgerà lo stadio temporaneo sarà con ogni probabilità al Caab (Centro Agro Alimentare di Bologna). Nel frattempo, la società proverà a stringere i tempi per poter rispettare l'inizio dei lavori di riqualificazione del Dall'Ara, fissati per estate/autunno del 2022. Per questo si attende con ansia l’apertura da parte di Palazzo d'Accursio della conferenza dei servizi sul progetto dello stadio. La struttura temporanea sarà poi destinata a diventare casa del settore giovanile e del femminile con capienza di 3.000 posti.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 06 maggio 2021 alle 16:28 / Fonte: Il Sole 24 ore
Autore: Leonardo Volturno
Vedi letture
Print