Destò sorpresa quando il 7 novembre del 2018 l’attrice romana Cristiana Capotondi fu eletta alla Vice Presidenza della Serie C con 39 voti, ruolo che ricopre in comune con l’avv. Jacopo Tognon, specialista in diritto sportivo 39 voti che tradotti in percentuale rappresentarono l’80% delle preferenze. Furono le elezioni che portarono alla presidenza della terza serie Francesco Ghirelli, eletto con 48 voti su 56. Lo stesso Ghirelli sulla nomina della Capotondi, dichiarò: “…stupirà tutti: ne vedremo delle belle, ci darà lezioni a tutti quanti…” e chissa se oggi non sia proprio Ghirelli per primo ad essere sorpreso dalle dichiarazioni rilasciate dalla Capotondi nel pomeriggio di oggi all’emettinte Nove. L’attrice, vicepresidente di Serie C, non ha dubbi: “bisogna andare avanti”. Pur sottolineando le difficoltà della terza serie, il calcio deve continuare: “Giocare senza pubblico vuol dire togliere alle squadre delle entrate come quelle derivanti dal botteghino.- continua Capotondi - Protocollo? È molto difficoltoso per le squadre di Serie C che hanno budget completamente diversi rispetto a Serie A e Serie B. Ma nell'interesse del calcio professionistico bisogna andare avanti”

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 26 maggio 2020 alle 22:29 / Fonte: catanzarosport24.it
Autore: Redazione TuttoPotenza / Twitter: @tuttopotenza
Vedi letture
Print